Caso Ruby: il pm dei Minori nega di aver autorizzato l’affido della minorenne

CASO RUBY, PM DEI MINORI NEGA DI AVER AUTORIZZATO L’AFFIDO – Il pm dei Minori di Milano, Annamaria Fiorillo, dichiara di non aver “mai dato alcuna autorizzazione all’affido della minorenne”. L’affermazione si riferisce, ovviamente, al tanto discusso caso Ruby: Fiorillo era infatti di turno la notte tra il 27 e il 28 maggio scorso, quando Ruby venne trattenuta in Questura in seguito a una denuncia per furto e poi affidata alla consigliera regionale Nicole Minetti. “Io non dico altro -ha proseguito il magistrato- Eventualmente parlerò dopo, quando il Csm sarà intervenuto”. Il magistrato, infatti, ha annunciato che si rivolgerà al Csm per ulteriori chiarimenti sulla vicenda, “in quanto le parole del ministro Maroni che sembrano in accordo con quelle del procuratore Bruti Liberati non corrispondono a quella che è la mia diretta e personale conoscenza del caso”. “Penso però che sia importante soprattutto il rispetto delle istituzioni e della legalità – ha poi concluso- cosa a cui ho dedicato la mia vita e cosa in cui credo profondamente”.

Tatiana Della Carità