Il Milan non replica alle parole di Zamparini

 ZAMPARINI LASCIA IL CALCIO – Dal Milan non arrivano al momento reazioni in forma ufficiale alle parole del presidente del Palermo Maurizio Zamparini che, dopo la sconfitta per 3-1 rimediata ieri sera a Milano contro i rossoneri, furioso per la direzione arbitrale della gara, ha annunciato la messa in vendita della società e ha denunciato come nel calcio italiano »i valori sportivi sono sempre più spariti e regnano i poteri economici e mediatici di 3-4 club«. Alla base delle proteste di Zamparini ci sono due presunti rigori non assegnati ieri sera ai siciliani dall’arbitro Banti, oltre quello concesso al Milan. In ambienti milanisti si fa notare però come in passato anche il Palermo abbia tratto vantaggio da episodi favorevoli. Ad esempio, ricordano le stesse fonti, quando il 26 settembre 2007 il Milan perse 2-1 a Palermo, uno dei due gol rosanero fu viziato da un fallo di mano di Amauri non rilevato dall’arbitro Farina.

Fonte: Ansa