Strage piazza Loggia a Brescia: tutti gli imputati assolti per insufficienza delle prove

LA STRAGE DI PIAZZA LOGGIA A BRESCIA: TUTTI GLI IMPUTATI ASSOLTI   – I giudici della Corte d’assise di Brescia hanno assolto tutti gli imputati al processo per la bomba che esplose il 28 maggio 1974 in piazza della Loggia a Brescia che causò 8 morti e oltre 100 feriti.
Dopo una settimana di camera di consiglio, è giunta la sentenza  che fa riferimento all’articolo 530 comma 2, assimilabile alla vecchia insufficienza di prove.
Una strage che si ripete, e per la quale la Procura chiese l’ergastolo per gli ex ordinovisti veneti Delfo Zorzi e Carlo Maria Maggi, per il collaboratore dei servizi segreti Maurizio Tramonte e per il generale dei carabinieri Francesco Delfino. Mentre per l’ex segretario dell’Msi Pino Rauti era già stata chiesta l’assoluzione. I giudici hanno assolto tutti gli imputati e per Maurizio Tramonte, è stato disposto il non luogo a procedere, per intervenuta prescrizione in relazione al reato di calunnia, mentre nei confronti di Zorzi, ora cittadino giapponese, è stata disposta la revoca della misura cautelare.