Cesena-Palermo, esclusivo Santoni: “Rosanero vincenti con Miccoli e Pastore

Nicola Santoni

CESENA-PALERMO ESCLUSIVO SANTONI/ PALERMO – Dopo la bella vittoria rimediata nel derby contro i cugini del Catania, il Palermo domenica sarà impegnato nella trasferta di Cesena contro i bianconeri guidati dal tecnico Massimo Ficcadenti, nella tredicesima giornata del campionato di serie A. Per la squadra di Rossi si prospetta un impegno ostico, se si considera che sul campo del ‘Dino Manuzzi’ hanno dovuto alzare bandiera bianca squadre come Milan Lazio e che nove degli undici punti ottenuti dalla squadra bianconera sono arrivati proprio dalle partite disputate tra le mura amiche. Tra i calciatori che hanno legato il loro nome a quello di entrambe le squadre, c’è sicuramente Nicola Santoni. L’attuale preparatore dei portieri del Ravenna , mosse i primi passi da calciatore nelle giovanili del Cesena, con l’esperienza in prima squadra giunta nella stagione 2001/2002, con l’arrivo alla società romagnola dopo l’esperienza dell’anno precedente a Chieti. Dopo appena un anno però dal suo arrivo in maglia bianconera, Santoni viene chiamato a ricoprire il ruolo di estremo difensore nel Palermo, società nella quale militerà per quattro stagioni dal 2002 al 2006 e con la quale raggiungerà l’importante traguardo personale dell’esordio in coppa Uefa. L’ex estremo difensore ha espresso le sue considerazioni sul match di domenica dello stadio ‘Manuzzi’  che vedrà di fronte le sue due ex squadre: “Domenica si affronteranno due squadre molto diverse. Il Palermo è in una fase di crescita, testimoniata anche dalla bella vittoria ottenuta nel derby. La compagine -afferma SantoniCalciomercato.it– rosanero ha tutte le potenzialità per puntare al quarto posto, a patto di mantenere sempre alta la concentrazione e la giusta mentalità da squadra di medio-alta classifica. Il Cesena dal canto suo viene da una sconfitta rimediata nell’ultimo turno in casa della Fiorentina, ha evidenziato una certa difficoltà in fase di realizzazione ed è sicuramente una formazione meno competitiva delPalermo. Il mio pronostico? Io credo che il Palermo riuscirà a portare a casa i tre punti, vincendo per 2-1 con MiccoliPastore tra i protagonisti”.

IL CESENA  – Il Cesena di Ficcadenti dopo un inizio di torneo scoppiettante, con il pareggio contro la Roma all’’Olimpico’ e la vittoria interna contro il Milan, ha avuto una leggera flessione almeno dal punto di vista dei risultati, arrivando all’appuntamento contro i rosanero con una posizione di classifica non brillante, al penultimo posto con undici punti ottenuti in dodici incontri disputati. Santoni ha espresso il suo giudizio sulla squadra bianconera: “Il Cesena –sostiene Santoni aCalciomercato.it– è una squadra il cui organico può vantare diversi giocatori protagonisti del campionato di serie B della passata stagione, implementato con qualche innesto di buon livello nel corso del mercato estivo. Dopo una partenza col botto, data anche dalla forte spinta emotiva frutto della promozione ottenuta nella passata stagione, la squadra bianconera è andata incontro a una leggera flessione, testimoniata anche da un minore brillantezza rispetto alle prime uscite. Sicuramente la formazione di Ficcadenti sta pagando qualcosa dal punto di vista dell’esperienza del’organico a sua disposizione, ma è anche importante sottolineare come quella bianconera sia una squadra che corre sempre tanto, in grado di mettere in difficoltà qualsiasi avversario”.

SIRIGU  – Nella sua esperienza in rosanero, Santoni ha avuto anche la possibilità di lavorare con Salvatore Sirigu, attuale estremo difensore della formazione guidata dal tecnico Delio Rossi ed entrato in maniera stabile nel giro della Nazionale. L’ex estremo difensore parla del suo compagno ai tempi del Palermo: “Io dissi fin da subito aSalvatore( parla di Sirigu, ndr) che lui per me era un gran portiere, dotato di grandi qualità, che gli avrebbero consentito di fare una grande carriera. E’ normale -prosegueSantoni Calciomercato.it– che quando non ti viene dato modo di esprimere le tue potenzialità, come successo a Sirigu nelle parentesi alla Cremonese e all’Ancona, tutto può diventare più difficile. Per fortuna lui ha saputo attendere il suo momento e a ritagliarsi il suo spazio a Palermo, sfruttando al meglio l’occasione che gli si era presentata. Sono contento di questo perché Salvatore è un bravo ragazzo, abituato a lavorare sodo, che sta dimostrando di meritare tutto il successo ottenuto”.

Fonte: Calciomercato.it