‘Ndrangheta, confiscati beni per 200 milioni alla cosca Commisso di Siderno

CONFISCA BENI ALLA ‘NDRANGHETA – La Polizia di Stato ha confiscato un ingente patrimonio pari a oltre 200 milioni di euro alla cosca Commisso di Siderno, una delle più attive e note della ‘ndrangheta. I beni sequestrati consistono in appartamenti, terreni, attività commerciali e denaro in contante. Il sequestro rappresenta un seguito dell’operazione Crimine, sulle attività illecite della ‘ndrangheta in Lombardia, che nel luglio scorso portò all’arresto di oltre 300 persone.

Il sequestro dei beni è stato disposto dalla sezione misure di prevenzione del Tribunale di Reggio Calabria, che ha accolto la proposta del questore, Carmelo Casabona. Le indagini che hanno portato al provvedimento sono state condotte dalla Squadra mobile di Reggio Calabria, dallo Sco e dal Commissariato di Siderno. I beni sequestrati rappresentano il «tesoro» della cosca Commisso, accumulato in decenni di attività illecite.