Google oggi dedica il doodle (logo) alla “Giornata mondiale dei diritti dei bambini” (youtube video)

GOOGLE OGGI DEDICA DOODLE ALLA GIORNATA MONDIALE DEI DIRITTI DEI BAMBINI – Il 20 novembre 1959 l'”Assemblea Generale” dell’ONU, su proposta della “Commissione per i diritti umani“, ha adottato la “Dichiarazione dei diritti del bambino”. E’ una risoluzione, una dichiarazione di principi che espande e amplifica il diritto abbozzato nel 1948 nella “Dichiarazione Universale dei diritti dell’uomo” che all’art. 25 stabilisce “che alla maternità e all’infanzia devono essere assicurate speciali tutele e assistenza”. Il 20.11.1989 è stata approvata la “Convenzione internazionale dei diritti dell’infanzia”. Da allora molti passi avanti sono stati fatti ed oggi i Paesi che hanno assunto questo importante impegno nei confronti dell’infanzia sono ben 193 (mancano all’appello solo gli Stati Uniti d’America e la Somalia). Ogni anno, nella sua ricorrenza, si rinnova un impegno. Ancora oggi, sciaguratamente – in tutti i Paesi, anche in quelli cosiddetti “civilizzati” – troppi sono i “diritti negati”; troppi i soprusi, le violenze e le dimenticanze. L’UNICEF – nel rapporto “La condizione dell’infanzia nel mondo 2008 – Nascere e crescere sani”, pubblicato nel gennaio scorso insieme ad una scheda con i principali dati statistici sulla prima infanzia nel mondo e una serie di videoclip correlati alle tematiche del rapporto – si poneva l’obiettivo di assicurare per ogni bambino “Salute, Scuola, Uguaglianza, Protezione”.