Saviano intervistato dal Financial Times: “Berlusconi è finito, io non entrerò in politica”

ROBERTO SAVIANO AL FINANCIAL TIMES – “Non ho alcuna intenzione di entrare in politica, io sono uno scrittore”: Roberto Saviano si confessa in una lunga intervista rilasciata al quotidiano Financial Times, nella quale descrive le polemiche suscitate dal programma “Vieni via con me” e le sue condizioni di virtuale reclusione: “Vivo in questo modo per tutto il tempo”. “Non è perché pensi che i politici siano tutti venali: certamente qualcuno di loro è corrotto ma ne conosco tanti che fanno tutto il possibile per migliorare il Paese”, spiega Saviano, che si descrive come liberale pur ammettendo che “in Italia il ceppo liberale è debole, è stato schiacciato dalle due grandi forze della Democrazia cristiana e del comunismo”.

 Intervistato – in una località di cui non viene divulgato il nome, come da accordi – in una giornata in cui i quotidiano italiani indicavano la crisi di governo come ipotesi più probabile a breve termine, Saviano non ha dubbi: “Berlusconi è finito”.