Si è conclusa la manifestazione della Cgil: gli studenti sono scesi in piazza con i lavoratori

MANIFESTAZIONE DELLA CGIL A ROMA-  Sulle note del gruppo Modena City Ramblers si è conclusa in piazza San Giovanni la manifestazione dei lavoratori della Cgil.
Al corteo hanno aderito anche migliaia di studenti, provenienti da tutta Italia: “La partecipazione degli studenti – affermano in una nota congiunta Rete degli studenti e Unione degli universitari – è altissima, dalle scuole e dalle facoltà occupate, dai tetti su cui ci siamo arrampicati e che continueremo ad occupare, gli studenti sono accorsi a Roma per testimoniare l’unità che lega le lotta dei lavoratori a quelle degli studenti medi e universitari”.
Una protesta contro un Governo che fa pagare la crisi ai più deboli, e che condanna ad un futuro precario.
Per questo insistono gli studenti è  “importante  unire tutte le lotte contro la crisi. Il nostro è un movimento che non contesta solo il ddl Gelmini o i tagli all’istruzione ma l’intero impianto delle politiche di questo governo che attacca i diritti dei più deboli tutelando i privilegi dei più forti. La Gelmini e Tremonti hanno un’unica possibilità per salvare la faccia: dimettersi!”.
Contestazioni contenute che si sono limitate al lancio di uova contro la sede dell’assessorato alle politiche sociali del comune di Roma in via Labicana. Inoltre, sottolineano gli studenti, il corteo si è fermato davanti al Museo storico della Liberazione di via Tasso per esprimere il proprio dissenso in merito all’ipotesi di chiusura.