Attori e studenti in piazza all’apertura della stagione teatrale della Scala di Milano il prossimo 7 dicembre

MANIFESTAZIONE CGIL ALL’APERTURA STAGIONE TEATRALE DELLA SCALA – In concomitanza con l’inaugurazione della stagione teatrale della Scala, il prossimo 7 dicembre, scenderanno in piazza attori e studenti in un presidio organizzato dalla Cgil: molte le adesioni di noti attori, tra i quali Bebo Storti, Moni Ovadia, ma anche Paolo Rossi e Toni Servillo, studenti e delegazioni di altri teatri italiani, tra cui il Carlo Felice di Genova.  Tra i rappresentanti sindacali interveranno Giancarlo Albori, segretario Slc Cgil, e  Onorio Rosati, segretario della Camera del Lavoro di Milano.
L’appuntamento di Milano sarà un’anticipazione di una iniziativa nazionale attesa per il giovedì 9 dicembre a Roma.
Un momento di visibilità importante per far sentire la propria voce: “Senza il denaro pubblico non sopravviviamo – ha spiegato il presidente Agis e direttore del Teatro Elfo-Puccini, Fiorenzo Grassi – con il botteghino copriamo, se va bene, soltanto il 50% delle spese”.
Molte le critiche da parte degli addetti ai lavori che rivendicano il ruolo dei teatri di prosa in Italia, dove il numero degli spettatori, sottolinea Albori, è superiore a quello delle partite di calcio. Il rappresentante della Cgil ricorda quanto in Italia, dove, contrariamente al resto d’Europa, la cultura non sia usata come strumento contro la crisi.