Sgominata cellula terroristica di Al Qaida a Barcellona

CELLULA TERRORISTICA AL QAIDA – Una cellula di appoggio logistico e finanziario ad Al Qaida è stata sgominata dalla polizia nel popolare quartiere del Raval, a Barcellona, nel corso di un’operazione internazionale ribattezzata «Kampai», che si è conclusa con l’arresto di otto persone, mentre altre tre sono state bloccate in Thailandia. Gli arrestati, informano fonti del ministero degli Interni, sono sei cittadini pachistani, un nigeriano e un’ottava persona in corso di identificazione. Facevano parte di una rete strutturata, con base operativa in Thailandia, accusata di fornire appoggio logistico e finanziario al gruppo terrorista islamico Lashkar e Toiba (LeT), accusato di aver messo a segno gli attentati di Bombay nel 2008, o ad altri gruppi terroristi come Le Tigri per la liberazione della Terra Tamil (Ltte). Le autorità del paese asiatico dovranno ora provare che il danaro inviato dalla cellula serviva a finanziare la Jihad, la guerra santa. La cellula barcellonese, secondo l’accusa, rubava passaporti in Spagna, che poi venivano falsificati in Thailandia, Paese che funzionava come centro di raccordo fra organizzazioni terroriste che operano seguendo le direttive di Al Qaeda. L’organizzazione aveva ramificazioni in altri Paesi europei, dove i fiancheggiatori seguivano lo stesso modus operandi. In Thailandia si trovano in stato di arresto due pachistani e un cittadino thailandese che da Bangkok dirigevano la cellula catalana e quelle presenti in Europa. L’operazione a Barcellona è stata eseguita in collaborazione con i servizi di intelligence francese e le autorità di polizia thailandesi. Il gruppo Lashkar e Toiba è l’organizzazione terrorista più numerosa e attiva collegata ad Al Qaida in Asia. Fondata in Afghanistan, ha in Pakistan il suo centro operativo e lotta per la liberazione del Kashmir indiano, a maggioranza di popolazione musulmana. LeT fu dichiarata fuorilegge in Pakistan dopo che fu provata la sua partecipazione agli attentati del 2002 contro il Parlamento indiano a Nuova Delhi. L’operazione Kampai è la continuazione di quella nota come ‘Fish’, portata a termine dalla polizia nel febbraio del 2009 in Catalogna e Valencia, che ebbe un bilancio di 13 persone arrestate con le accuse falsificazione di documenti, traffico di esseri umani e di stupefacenti e di presunta appartenenza a una cellula terrorista islamica.

Ansa