Repubblica: Hillary Clinton chiese informazioni sulla strana relazione fra Russia di Putin e Italia di Berlusconi

RELAZIONE PUTIN-BERLUSCONI – La strana relazione fra la Russia di Putin e l´Italia di Berlusconi inquieta non poco gli americani: in due telegrammi diversi, inviati a Mosca e a Roma dall´ufficio del segretario di Stato Hillary Clinton si chiedono informazioni sugli affari di Berlusconi in Russia. Nel primo, 2 giugno 2009, Washington chiede «ogni informazione sulla relazione personale fra Putin e Berlusconi». E insiste: «Quali investimenti personali, se ci son,o hanno fatto i due che possono in qualche modo guidare le loro scelte politiche ed economiche?».

Alcuni mesi prima, il 26 gennaio 2009, l´allora ambasciatore a Roma Ronald Spogli aveva puntato il dito nella stessa direzione: in un documento classificato come “secret/no for” (da non mandare alle ambasciate straniere), aveva affermato che il primo ministro italiano e i suoi amici stavano guadagnando attraverso gli accordi bilaterali firmati fra Eni e Gazprom. Spogli riferisce che a sospettare guadagni «privati e molto lucrosi» sono sia esponenti dell´opposizione che uomini dello stesso Partito della Libertà: […]

Lo stesso documento riporta i sospetti del governo della Georgia sulla relazione fra Russia e Italia: «L´ambasciatore georgiano a Roma ci ha detto che il suo governo crede che Putin abbia promesso a Berlusconi una percentuale dei profitti che arriveranno da ogni gasdotto costruito da Gazprom in collaborazione con l´Eni».

Repubblica