Calciomercato Napoli: Bigon esclude l’arrivo di Caracciolo

CARACCIOLO NON VERRA’ A NAPOLI – Il direttore sportivo del Napoli, Riccardo Bigon ospite di “Che domenica”, trasmissione condotta da Michele Criscitiello su Sportitalia, ha parlato dell’attuale momento del Napoli e risposto alle tante domande pervenute nella redazione di Tutto Napoli.net: “Una serie di componenti che stanno girando per il verso giusto portano a questi risultati. Fernandez? E’ un calciatore che stiamo trattando, ancora bisogna chiudere. Pensiamo che possa essere una pedina importante per il prossimo anno. Sì, il presidente ha detto che prenderemo tre giocatori ma tra gennaio e giugno. Il mercato di gennaio è molto particolare e fortunatamente lo potremo fare da secondi in classifica. I giocatori buoni servono sempre ma anche l’armonia del club è importantissima. Tutti, dico tutti, stanno facendo bene. La squadra viene prima dei singoli. Bisogna guardare avanti. Quagliarella? E’ il passato e non si può pensare se c’era o non c’era, per ora non c’è controprova. Le operazionisono state condivise da tutti”.
Fonte: tmw

“Grava è un giocatore attaccato alla maglia, un ragazzo che dà tutto per il Napoli. Oggi hanno fatto tutti bene e questo ci fa capire che comunque la rosa è competitiva. Caracciolo? Non verrà, noi abbiamo Lucarelli che ha recuperato ed è un uomo in più per il prosieguo del torneo. Puntiamo su di lui che ha caratteristiche diverse dagli altri attaccanti che abbiamo in rosa. Cassano? Non rientra nei piani del Napoli. Santacroce? Non c’è stato chiesto anche se con la Juve ci sono ottimi rapporti. Fabiano è un nostro calciatore che oggi ha fatto bene, e può essere utile in futuro”.

“Il Napoli si dovrà giudicare a fine campionato. Certo, le due prossime partite saranno importanti anche se ancora molto presto per capire come finirà. Ogbonna e Britos? Sono due nomi importanti ma sappiamo che Napoli è una piazza difficile dove la maglia spesso pesa sulle spalle. Noi seguiamo un po’ tutto il calcio e siamo molto attenti al calcio internazionale. Sosa? Lo vedremo ancora meglio il prossimo anno e forse avrà la sua consacrazione la prossima stagione. Lui è il sostituto naturale quando Hamsik non c’è. Il voto per Mazzarri è alto. De Laurentiis è un presidente di grande spessore. Il gol più bello? Bello il gol di Cavani ma per noi bello anche il gol di Pellissier che pareggia con la Juve”.