Benedetto XVI nell’udienza prima di Natale: “Gesù Bambino non ci trovi impegnati soltanto a rendere più bella la realtà esteriore

PAPA UDIENZA PRE NATALIZIA – Gesù Bambino, giungendo a noi, non ci trovi impreparati, impegnati soltanto a rendere più bella e attraente la realtà esteriore”. È l’invito rivolto oggi da Benedetto XVI nel corso dell’ultima udienza prima del Natale, che il Papa ha dedicato alla «’attesa gioiosa» come “atteggiamento fondamentale del cristiano”. “La cura che poniamo per rendere più splendenti le nostre strade e le nostre case ci spinga ancora di più a predisporre il nostro animo ad incontrare Colui che verrà a visitarci”, ha detto il Pontefice dinanzi ai circa tremila pellegrini riuniti nell’Aula Paolo VI. “Purifichiamo la nostra coscienza e la nostra vita – ha proseguito – da ciò che è contrario a questa venuta: pensieri, parole, atteggiamenti e azioni, spronandoci a compiere il bene e a contribuire a realizzare in questo nostro mondo la pace e la giustizia per ogni uomo e a camminare così incontro al Signore». Quindi l’ulteriore invito ai fedeli: “Nella notte del mondo, lasciamoci ancora sorprendere e illuminare da questa venuta, dalla stella che, sorta a Oriente, ha inondato di gioia l’universo”.

Ansa