Il ministro Prestigiacomo ritira le dimissioni dal Pdl: “Chiarito ogni equivoco”

PRESTIGIACOMO RITIRA DIMISSIONI – Rientra dopo poche ore l’incidente tra Stefania Prestigiacomo e il Pdl. Con una nota diffusa in serata, Palazzo Chigi ha fatto sapere che il ministro dell’Ambiente e il capogruppo del Pdl, Fabrizio Cicchitto, “hanno chiarito ogni equivoco” su quello che viene definito “una sfortunata coincidenza e un difetto di comunicazione”.

La Prestigiacomo, in lacrime, aveva detto di non riconoscersi piu’ nel Pdl, ma aveva detto di voler restare la sui posto nel governo pur dimettendosi dal gruppo Pdl per iscriversi al Misto. Il ministro dell’Ambiente aveva polemizzato con il capogruppo del Pdl, Fabrizio Cicchitto su un articolo della proposta di legge sull’imprenditorialita’ ed il sostegno al reddito, che contiene ”disposizioni in materia ambientale”.

L’articolo esonera le imprese costituite da disoccupati e cassintegrati dagli obblighi previsti in materia di comunicazione e catasto dei rifiuti. La richiesta di rinvio in Commissione pero’ non e’ passata per tre voti di scarto. “Io non mi riconosco piu’ nel Pdl, io mi dimetto dal gruppo del Pdl e me ne vado nel gruppo misto – ha detto – resto al governo e ovviamente poi chiariro’ tutto questo con il presidente Berlusconi. Il rinvio doveva essere l’unica cosa saggia da fare per approfondire il tutto e verificarlo -ha aggiunto Prestigiacomo – Prendo atto che il capogruppo non ha voluto questo, ha voluto esporre il governo a questo tipo di votazione”.

 In serata la nota di Palazzo Chigi che imputava tutto a “una sfortunata coincidenza e un difetto di comunicazione”.