Il premier Berlusconi sul nome del partito: “Serve nuova denominazione ma a Forza Italia non si torna”

BERLUSCONI FORZA ITALIA – Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi: “Ho letto sui giornali articoli che attribuivano a me e ad esponenti del Popolo della Libertà l’intenzione di ritornare al nome Forza Italia: non si va mai indietro ma dico che il nostro intento è quello di unire tutte le forze dei moderati cioè di quelli che non si riconoscono nella sinistra”.

“Riteniamo necessaria una nuova denominazione perchè abbiamo sentito avanzare pretese da chi è andato a formare Futuro e Libertà – aggiunge il premier – sono pretese infondate ma avendo esperienza delle liste di Formigoni e qui a Roma non vogliamo correre rischio che qualcuno presenti ricorso”.

“Il secondo motivo – evidenza Berlusconi – è che il Popolo della Libertà produce un acronimo che molti declinano anche al femminile e gli acronimi non commuovono: stiamo cercando un nome che emozioni e che non sia riducibile ad un acronimo e che vuole indicare quali sono i valori e i progetti che vogliamo realizzare”. “Ricordo che il partito dei moderati – ha concluso il premier – si pone sempre come sessione italiana del Ppe, di cui condivide la carta dei valori”.

Luca Bagaglini