Consigliere ucciso nello Spezzino: probabile movente passionale, era stato minacciato

PROBABILE MOVENTE PASSIONALE PER L’OMICIDIO DEL CONSIGLIERE NELLO SPEZZINO – Il responsabile dell’omicidio di Andrea Giacomelli, consigliere comunale di Sinistrà e Libertà a Castelnuovo Magra (La Spezia), potrebbe essere stato spinto da un movente passionale. Ne sono convinti i carabinieri, che in queste ore stanno indagando per identificare l’assassino.
Gli amici della vittima raccontano che “era stato minacciato dall’ex di una donna che stava frequentando”. “Ma lui – aggiungono – non ci aveva dato peso. Era un ragazzo brillante, uno di quelli che si appassionano, e che colpiscono”. E neanche i suoi conoscenti avevano pensato che le minacce fossero fondate. Invece ora le forze dell’ordine si stanno muovendo proprio su questa pista e hanno già nome e cognome dell’uomo, che si ritiene possa aver agito per gelosia.

Tatiana Della Carità