Guasto ad una diga sul Tevere in Toscana: 450 sfollati

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:22
La diga di Montedoglio

SI ROMPE DIGA SUL TEVERE NELL’ARETINO – Sono circa 450 gli abitanti dei Comuni di San Sepolcro e Anghiari (Arezzo) che hanno trascorso fuori casa la notte scorsa e sono tuttora sfollati, dopo la rottura della diga di Montedoglio, si presume un guasto ad una paratia, che ha provocato una grande fuoriuscita d’acqua. Lo riferisce il prefetto di Arezzo, Saverio Ordine. ”Le persone sono state tutte prontamente accolte dai Comuni – spiega il prefetto – in scuole, palestre, ospedali. Oggi, le loro case saranno sottoposte a controlli, praticamente una per una. Si presume che quelle piu’ vicine alla diga siano state allagate ma ora e’ presto per dirlo. Sara’ una giornata di grande lavoro per vigili del fuoco, tecnici e forze dell’ordine”. Per quanto riguarda la falla, la situazione, aggiunge il prefetto, ”e’ perfettamente sotto controllo. Nelle prossime ore, quando l’acqua arrivera’ a livello della falla e si fermera’, i tecnici potranno valutare il danno e capire che cosa lo ha provocato. Per ora non ci sono ipotesi”.
La fuoriuscita dell’acqua dalla diga, secondo i tecnici, si e’ ridotta nelle ultime ore a 250 metri cubi al secondo, una portata che il fiume Tevere, il cui livello e’ ora tre metri piu’ alto del normale, puo’ ricevere. Nella zona di San Sepolcro, resta comunque chiusa la strada statale S73 dove e’ ancora a rischio un ponte, la cui arcata e’ molto bassa e potrebbe essere investita dall’acqua. In mattinata, intanto, sono stati messi in salvo tutti gli animali ospitati nel canile comunale in localita’ Il Trebbio. La struttura era rimasta isolata ma non e’ stata fortunatamente allagata. Volontari e forze dell’ordine sono riusciti a raggiungerla per portare altrove i cani.

Fonte: Ansa