Caso Ruby, i PM: “Berlusconi invitava direttamente le ragazze alle serate ad Arcore”

CASO RUBY, PM: PREMIER CONTATTAVA LE RAGAZZE – Era anche Silvio Berlusconi a contattare le ragazze e a invitarle direttamente alle serate nella sua villa ad Arcore. È quanto emerge dagli atti che i Pm di Milano che indagano sul caso Ruby hanno allegato alla richiesta di autorizzazione a procedere alla perquisizione degli uffici di Giuseppe Spinelli, uomo di fiducia del premier e che si sarebbe occupato delle spese e dei compensi delle giovani.

Inquirenti e investigatori nelle carte ricostruiscono, tra le tante, anche la serata del 26 settembre scorso a Villa San Martino alla quale hanno partecipato 12 ragazze e un giornalista di Mediaset. «L’invito a partecipare alla cena – si legge nel documento – è giunto da Silvio Berlusconi che contatta o viene contattato dalle ragazze, invitandole direttamente o tramite alcune di loro (nel caso specifico gli ‘inviti’ sono stati formalizzati nel corso di una cena svoltasi il 25.09.2010 ad Arcore)».

Alla serata, secondo le conversazioni intercettate e le verifiche delle celle e da altre analisi tecniche, hanno partecipato, tra le altre, Roberta Bonasia, Imma De Vivo, le due gemelle Ferrera, Miriam Loddo, Raffaella Fico e Ioana Visan detta ‘Annina’. Alcune di loro, inoltre, «sembrerebbe abbiano trascorso la notte all’interno della villa» e che «siano state ricompensate». Miriam Loddo il giorno dopo, parlando al telefono con Barbara Guerra (che non aveva partecipato alla festa) le chiede «amore, ma che fine hai fatto ieri…». E l’altra «Amore non son venuta non m’ha invitato anche Nicole (Minetti, ndr) m’ha chiamato m’ha chiamato l’Aris (Arisleida Espinosa, ndr)…tutti mi ha detto è inutile infiltrarci…» Miriam:«E invece io sono, a me m’aveva chiamato il giorno prima…» Barbara:«E maa T’ha dato un c…» Miriam: «Si, si». Barbara Guerra nella telefonata confida all’amica di essersi innamorata di uno che «è nel Milan… però è sposato e lei sta lì…».

Fonte: Ansa