MANIFESTAZIONE FIOM-COBAS A ROMA – Studenti, lavoratori e migranti. Tutti in piazza oggi per sostenere «la lotta che gli operai metalmeccanici» e per chiedere a tutte le organizzazioni sindacali lo sciopero generale.

Nello stesso giorno in cui la Fiom ha proclamato 8 ore di astensione dal lavoro e ha indetto cortei in tutta Italia, liceali, universitari, immigrati, docenti e dipendenti pubblici torneranno nelle vie del centro storico per manifestare. Un corteo, che partirà da piazza della Repubblica alle 10, convocato dai Cobas che hanno proclamato anche loro uno sciopero per la giornata di oggi, estendendolo a tutti i lavoratori e contestando «quel potere economico che ha trascinato l´Italia nella più grave crisi del dopoguerra, e che, cerca di smantellare ciò che resta delle conquiste dei salariati e dei settori popolari». Ma anche un appuntamento «contro il governo Berlusconi che ha cancellato centinaia di migliaia di posti di lavoro» e «contro Marchionne».

Tra piazza Esedra, piazza Vittorio, via Cavour, via dei Fori Imperiali, piazza Venezia e, probabilmente, piazza Navona andrà insomma in scena una versione ridotta, per quanto nazionale, della manifestazione convocata dalla Fiom a Cassino, unica sede della Fiat nel Lazio, e alla quale aderiranno le principali sigle politiche, sindacali e universitarie romane.

E se gli studenti della Sapienza si sono dati appuntamento alle 9 in piazzale Aldo Moro, i liceali partiranno dalle proprie scuole per raggiungere a piedi o in metro il concentramento di piazza della Repubblica. Tra le 10 e le 14 quarantacinque linee tra bus e tram saranno deviate (per informazioni www. atac. roma. it).

E qualche ripercussione ci sarà anche sulla didattica: molti istituti, tramite avvisi agli alunni o alle famiglie, hanno annunciato che non garantiranno il regolare svolgimento delle lezioni per l´adesione di docenti e personale allo sciopero.

Repubblica