Rivolta in Algeria: tre disoccupati tentano il suicidio. “Vogliamo lavorare o morire”

RIVOLTA IN ALGERIATre giovani disoccupati hanno tentato di suicidarsi ieri in Algeria tagliandosi in varie parti del corpo con lame di rasoio, a Bordj Menaiel. I tre, ricoperti di tagli al petto e all’addome, sono stati ricoverati in ospedale e sarebbero fuori pericolo. Un’azione collettiva, riporta la stampa, per attrarre l’attenzione delle autorità sulla loro grave situazione sociale. «Vogliamo lavorare o morire», ha detto uno dei giovani dal letto dell’ospedale, citato da El Watan. Nelle ultime settimane, almeno 16 persone si sono date fuoco nel paese per protestare contro la disoccupazione, la mancanza di una casa, le difficili condizioni di vita. Tre sono morte in seguito alle ustioni riportate.

Fonte: Ansa