Narcotraffico in Colombia: comandante di polizia arrestato con 103 kg di cocaina

NARCOTRAFFICO IN COLOMBIA – Il comandante della Polizia Giudiziaria di Florencia, capoluogo del dipartimento del Caquetá, maggiore César Torrijo, è stato arrestato mentre trasportava 103 kilogrammi di cocaina. Il comandante della Polizia nazionale, il generale Naranjo, ora chiede un castigo esemplare verso l’alto ufficiale coinvolto nel narcotraffico, dichiarando che un simile individuo non dovrebbe appartenere a detto corpo, e si è detto “preoccupato” per l’aumento del traffico di stupefacenti in quella regione.

Ma ciò che è veramente “stupefacente” è la faccia tosta di questo individuo; il generale Oscar “Coca” Naranjo, infatti, è stato a sua volta inquisito nel 2004 per narcotraffico, avendo collaborato con il capo del cartello del Valle Wilber Varela, alias “Jabón”.

Inoltre, suo fratello Juan David Naranjo è agli arresti in Germania sempre per traffico internazionale di stupefacenti.

Il governo colombiano è la vera cupola mafiosa che tiene in mano le redini del narcotraffico, e attraverso la manovalanza in divisa garantisce un continuo afflusso di narcodollari all’oligarchia. Questo regime putrefatto è in rapido decadimento ed i criminali che lo sorreggono, in un futuro non troppo lontano, dovranno rispondere dei propri crimini alla Giustizia Popolare.

Associaz. Nuova Colombia