Coldiretti: il 60% degli italiani preferisce la spesa settimanale

ITALIANI PREFERISCONO SPESA SETTIMANALE – Addio al rito della spesa quotidiana. Oggi più di sei italiani su dieci (60,7%) fanno la spesa con frequenza settimanale, mentre solo il 27% delle famiglie effettua acquisti giornalieri e il 10% circa si reca nel negozio addirittura una volta al mese.
E` quanto emerge dall’analisi dal rapporto Coldiretti/Censis sulle abitudini alimentari degli italiani dal quale si evidenzia che la spesa quotidiana resiste soprattutto al sud con il 35% degli italiani che mantiene le abitudini tradizionali e al centro Italia con il 29,6%, mentre cede nel nord est (22,8%) e soprattutto nel nel nord ovest (17,4%). Al contrario, la frequenza settimanale riguarda quote progressivamente decrescenti di famiglie dal Nord al Sud.
A cambiare all`interno dell`organizzazione della vita familiare è anche chi, sottolinea la Coldiretti, prende le decisioni relativamente alla spesa con un crescita della presenza maschile che raggiunge il 39% anche se a prevalere restano le donne con il 61%.
L’orientamento verso la spesa settimanale se da un lato consente di risparmiare tempo dall`altro, sottolinea la Coldiretti, ha sicuramente effetti sulla conservazione dei prodotti e sugli sprechi alimentari per effetto della deperibilità e del mancato rispetto delle scadenze dei prodotti.
Si stima che il 30% del cibo acquistato dagli italiani nel 2010 sia finito nella spazzatura e che sul piano economico complessivo dal campo alla tavola in Italia a causa degli sprechi viene perso cibo sufficiente a nutrire 44 milioni di persone (l`intera popolazione della Spagna) per un valore che ammonta a circa 37 miliardi di euro, ben il 3% del Pil, secondo una indagine di “Last Minute Market” dell’Università di Bologna.

Fonte: Apcom