RIFIUTI STRADA NAPOLI – È quasi del tutto azzerata la giacenza dei rifiuti lungo le strade di Napoli: al momento – secondo quanto reso noto dall’Ufficio Flussi della Regione Campania – le tonnellate ancora da rimuovere sono appena 2-300, a fronte di una produzione giornaliera di circa 1200 tonnellate.
Permangono difficoltà di rimozione – nella zona est di Napoli, in particolare in via Don Bosco, nelle aree circostanti Capodichino, nella zona di corso Umberto alla Maddalena e a Barra-Ponticelli – legate alla tipologia dei rifiuti presenti in strada: si tratta, infatti, di cumuli composti da materiali diversi (rifiuti solidi urbani, cartoni, sacchi neri elettrodomestici e altro) che necessitano prima di operazioni di selezione e diversificazione.
Già da stanotte ai compattatori che prelevano esclusivamente la spazzatura depositata nei contenitori si sono affiancati mezzi del tipo ”bobcat” e le operazioni del personale dell’Asia proseguiranno anche nei prossimi giorni, fino alla completa pulizia di tutto il territorio cittadino.
Ieri sono state conferite 1400 tonnellate di immondizia, lo stesso quantitativo è previsto anche per oggi.
Per domani, invece, domenica, – giornata in cui la produzione si abbassa intorno alle 800 tonnellate – sono previste mille tonnellate di conferimento anche grazie all’apertura dell’impianto Stir di Caivano.
In provincia permangono poche criticità, in particolare nel comune di Quarto, dove si producono 50 tonnellate al giorno. Per il comune flegreo è stato predisposto un conferimento nello Stir di Tufino con diritto di precedenza, che garantirà sversamenti la mattina al fine di liberare i tre mezzi a disposizione della Quarto Multiservizi per un altro giro di raccolta e di conferimento, questa volta nell’impianto di Giugliano in Campania.

 Fonte: Ansa