Riforma della giustizia, Berlusconi: “Saranno necessari i 2/3 della Consulta per abrogare le leggi

BERLUSCONI RIFORMA GIUSTIZIA – La riforma della giustizia che il governo Berlusconi intende realizzare “conterrà tutto ciò di cui pensiamo ci sia bisogno: dalla divisione degli ordini, ai due Csm al metodo di elezione dei membri del Csm”. Lo ha spiegato il premier Silvio Berlusconi intervenendo telefonicamente a un convegno del Pdl a Cosenza. Nel provvedimento che presto sarà approvato dal Cdm, ha informato il Cavaliere, ci sarà anche la riforma della “composizione della Corte Costituzionale”.

“Saranno necessari – ha spiegato Berlusconi – i 2/3 dei componenti per abrogare le leggi in modo da evitare che si ripetano le situazioni oggi, quando il Parlamento discute una legge, la approva e se non piace ai magistrati di sinistra, la impugnano davanti alla Consulta che, essendo costituita in prevalenza da giudici che provengono dalla sinistra, la abroga”.