Omicidio Yara Gambirasio: prelievi nel campo di Chignolo d’Isola, su Facebook si cerca indizio utile

OMICIDIO YARA GAMBIRASIO – Un sopralluogo, un messaggio su un forum, una sciarada su Wikipedia. Tacciono ancora i laboratori, si cerca altro. Cristina Cattaneo, l´esperta che ha coordinato l´autopsia, è tornata a Chignolo insieme agli uomini dello Sco: prelevati arbusti, pollini, terriccio e erba secca dal campo, da comparare coi resti di Yara. E incuriosisce polizia e carabinieri una frase sul forum “Tutti uniti per Yara”, poi riportata su Facebook, da una presunta “marta casile”, 12 anni, di Gorle: «Qui ci conosciamo tutti… e tutti conoscono noi… brembate come gorle è un piccolo paesino… e questo ci fa paura…». Rintracciata l´autrice tramite i database di Palo Alto, l´autrice verrà ascoltata. E la Postale cercherà chi, il 9 febbraio, nascose la frase «So dov´è il corpo di Yara contattate il 345…» nella sinossi del film Vesna va veloce su Wikipedia.

Intanto don Corinno Scotti, ha lanciato l´ennesimo invito al killer («Se ha un briciolo di umanità, trovi la maniera di parlare»), annuncia funerali pubblici e all´aperto tra un paio di settimane: «Il padre mi ha detto che non basterebbe la Pianura Padana per contenere la gente che verrà».

Fonte: Repubblica