Guerra in Libia, la Lega si dissocia dall’intervento

Umberto Bossi

LIBIA: LEGA NON APPROVA INTERVENTO – L’intervento militare internazionale in Libia è iniziato da meno di un giorno e iniziano ad arrivare le reazioni del mondo politico in merito alla partecipazione italiana. Particolamente stizzita la Lega, che non vede con favore la partecipazione del nostro Paese alle azioni. “Il mondo è pieno di famosi democratici – dichiara il leader del Carroccio Umberto Bossi – che sono abilissimi a fare i loro interessi, mentre noi siamo abilissimi a prenderla in quel posto: il maggior coraggio a volte è la cautela”. E poi l’affondo. “Il Consiglio dei ministri – prosegue –  aveva però rallentato l’appoggio con una posizione cauta di non partecipazione diretta. Poi ci sono ministri che credono di essere più del premier e parlano a vanvera”.
Poi, tollerante come sempre, il Senatur lancia l’allarme immigrati. “Io penso – aggiunge – Io penso che ci porteranno via il petrolio e il gas e con i bombardamenti che stanno facendo verranno qua milioni di immigrati, scappano tutti e vengono qua. La sinistra sará contenta di quel che succede in Nordafrica perchè per loro conta solo portar qui un sacco di immigrati e dargli il voto. È questo l’unico modo che hanno per vincere le elezioni”.

Redazione online