Napoli – Cagliari tabellino e cronaca 20 marzo 2011

El Matador Edinson Cavani

NAPOLI CAGLIARI RISULTATO FINALE

Primo tempo deludente per ambedue le parti. Napoli-Cagliari stenta a decollare, le due compagini si affrontano a ritmi serrati, ma nessuna delle due trova la profondità giusta per passare in vantaggio. I partenopei ci provano, con la grande motivazione di Lavezzi, anche se Matador Cavani non sembra in forma. La squadra di Mazzari torna negli spogliatoi con un nulla di fatto in tasca, ma con la convizione di poter far bene nella ripresa.
All’inizio del secondo tempo Edinson Cavani si sblocca dal dischetto, realizzando il goal del 1-0. La rete apre la strada al Napoli, che cresce e sfiora subito dopo il raddoppio con Yebda.
In contropiede però punisce i partenopei il goal di Acquafresca, che segna da grandissimo bomber sfruttando una disattenzione della difesa.
Il Napoli però non si arrende, e Cavani tira fuori dal cilindro, sei minuti dopo, un goal capolavoro a cucchiaio, come direbbe Totti, su Agazzi. I partenopei sono di nuovo in vantaggio.
Il Napoli riesce a reggere il campo portando a casa tre punti fondamentali.

Napoli (3-4-2-1): De Sanctis; P.Cannavaro, Cribari, Ruiz; Zuniga, Yebda, Pazienza, Dossena (Aronica); Hamsik (Mascara), Lavezzi; Cavani.
A disp.: Iezzo, Vitale, Gargano, Sosa, Lucarelli. All.: Mazzarri.

Cagliari (4-3-2-1): Agazzi; Perico, Canini, Ariaudo, Agostini; Biondini, Conti, Nainggolan (Ragatzu); Cossu, Missiroli (Lazzari); Acquafresca.
A disp.: Pelizzoli, Dametto, Magliocchetti, Laner,  Gallon. All.: Donadoni.