Valentino Rossi Ducati: obiettivo 5° posto al Gp di Spagna, Preziosi prepara nuovo telaio per Desmosedici

VALENTINO ROSSI DUCATI – Quaranta giorni per arrivare alla “desmo-svolta”, cardine e senso di una stagione. Valentino Rossi non può essere contento. Dentro gli divampa il fuoco: «In Qatar avevamo avvicinato una specie di “quadratura” del cerchio». Era stato quel quinto tempo del giovedì ad averlo fatto sentire nuovamente al centro della MotoGp e della sua storia personale.

Poi però le troppe curve a destra di Losail, la spalla che cedeva dopo un non meglio precisato numeri di giri, la concorrenza di compagni di viaggio con dente, motori, anima e core avvelenati, lo risistemavano nella zona grigia (in Qatar è giunto 7°), in quella bolla agonistica in cui si va a caccia di punti per l´immaginaria corsa all´Europa League delle moto: «Il circuito di Jerez può aiutarmi (ma domenica c´è il rischio pioggia, ndr)». Qui a un passo dalle colonne d´Ercole Valentino è stato più eroe di tutti, per anni i muscoli si sono mescolati alla lucida strategia, al talento e alla tecnologia di Aprilia, Honda e Yamaha, le sue tre fidanzate del passato: 8 vittorie in totale, di cui ben 6 nella sola classe regina. Quest´ombra lunga da dominatore potrà non condizionare Lorenzo e Stoner, ma potrebbe aiutare lui ad ascoltar meno i suoi malanni e puntare al 6° posto, magari al 5°: «La spalla stavolta soffrirà meno». Di fatto non è ancora a posto. Richiamato ai suoi doveri articolari, il tendine soffre. Sotto sforzo urla. E non c´è cosa peggiore che infiammare uno o due tendini ricostruiti: «Ma posso soltanto migliorare». Che la forza sia con lui.

Repubblica