Elezioni in Nigeria: Jonathan confermato Presidente, ma l’opposizione contesta il voto

ELEZIONI IN NIGERIA: PROTESTE E SCONTRI – Dopo la diffusione, ieri, dei primi risultati parziali delle elezioni presidenziali in Nigeria, la rielezione del presidente uscente Goodluck Jonathan è ormai confermata.

Jonathan ha ottenuto la maggioranza dei voti in 16 dei 17 Stati del Sud della Nigeria e in sette di quelli del Nord, in base ai risultati diffusi dalla Commissione elettorale indipendente. Il presidente uscente ha ottenuto buoni risultati anche a Lagos, roccaforte del partito di opposizione Action Congress of Nigeria (Acn).
In alcuni degli Stati settentrionali la maggioranza dei voti è andata all’ex Capo di Stato Muhammadu Buhari, originario del Nord, dove prevalgono i musulmani, e musulmano lui stesso.

I conflitti religiosi hanno spesso funestato la Nigeria, con il Sud a maggioranza cristiana e il Nord a maggioranza musulmana.

Ieri si sono verificati nuovi scontri nel Nord del Paese, per contestare il risultato delle elezioni. Nella città di Kano, dove ha vinto Buhari, alcuni edifici sono stati dati alle fiamme – riporta l’agenzia MISNA – tra cui anche una chiesa cattolica. I sostenitori di Buhari si sono scontrati con quelli del partito del presidente Jonathan, il People’s Democratic Party (Pdp), Partito Democratico del Popolo. Dopo le elezioni di sabato, episodi di violenza si sono verificati in diverse città del Nord della Nigeria. Non si hanno ancora notizie precise sulla presenza di eventuali vittime negli scontri.

Il Congresso per il cambiamento democratico, Congress for Progressive Change (Cpc), il principale partito di opposizione, che ha candidato Muhammadu Buhari, ha contestato ufficialmente i risultati delle elezioni presidenziali. I vertici del partito hanno denunciato, infatti, irregolarità soprattutto negli Stati di Kaduna e Sokoto, nel Nord della Nigeria.

Di diverso avviso invece John Kuffour, ex presidente ghanese, a capo degli osservatori elettorali inviati dall’Unione Africana. Secondo Kuffour le lezioni si sono svolte in maniera “credibile e trasparente”. Maggiore preoccupazione è stata espressa da Kuffour per le notizie di violenze in alcune zone del nord del paese che contrastano il clima di generale calma registrato nel corso della campagna elettorale e del voto.

Nonostante scontri tra dimostranti e militari registrati nelle ultime ore, le elezioni presidenziali in Nigeria si sono svolte in modo abbastanza regolare e pacifico. La speranza è quella di un cambiamento profondo nel Paese che porti ad una nuova fase di sviluppo.

Goodluck Jonathan originario del Sud della Nigeria e cristiano è il primo presidente eletto del Delta del Niger. Ricopriva la carica di presidente della Nigeria in sostituzione, in qualità di vice-presidente, di Umaru Yar’Adua, l’ex presidente deceduto per malattia nel maggio dello scorso anno.

Redazione online