Ricerca dimostra che le scimmie hanno facoltà di memorizzazione e di ricordo

RICERCA SCIMMIE – Il confine tra il regno animale e quello umano è sempre stato un mistero al quale spesso si è cercato delle risposte nascondendosi dietro il concetto di “essere senzienti”. Ovvero, quello di porre la superiorità dell’uomo sull’animale tramite la facoltà della coscienza.
Eppure, a sfaldare lentamente questa tesi, le numerose ricerche sul regno animale, non utlima, la notizia di uno studio pubblicato lo scorso 28 aprile da “Current Biology”, in cui viene dimostrato che le scimmie, come gli uomini, avrebbero la facoltà di ricordare e riconoscere delle immagini.
La ricerca promossa su un gruppo di cinque macaco Rhesus  ha mostrato che le scimmie dopo aver visualizzato alcune fotografie ne avrebbero ricostruito il puzzle, muovendo i pezzi delle fotografie spezzate su un monitor touch screen.
Il test ha dimostrato che le scimmie sarebbero in grado di “saper richiamare le immagini alla mente”, elemento che presuppone la facoltà di memorizzazione. Una scoperta che secondo i ricercatori potrebbe portare ad indagare i livelli di memorizzazione dei primati: “La capacità delle scimmie di ricordare e richiamare facilmente le figure loro sottoposte suggerisce che questi animali possano essere in grado di ricordare anche altri tipi di informazioni utili per loro”, dichiara Benjamin Basile della Emory University di Atlanta (Usa).

Redazione