Afghanistan: Karzai bacchetta gli Usa e chiede l’interruzione dei raid

Hamid Karzai

AFGHANISTAN: KARZAI DICE BASTA A RAID NATO – Daud Hamadi, governatore della provincia di Helmand, in Afghanistan, ha comunicato che in conseguenza di un raid aereo effettuato dalla Nato nella zona meridionale del Paese sono morti quattordici civili. Dodici di loro erano bambini. In seguito alla stessa azione – avviata su richiesta di alcuni soldati statunitensi, che sono stati attaccati da gruppi di talebani – sono rimasti ferite altre sei persone. L’Isaf ha aperto un’inchiesta sull’accaduto. Inoltre le autorità della stessa provincia di Helmand e di quella del Nuristan hanno riferito che in questi giorni i raid dell’Alleanza atlantica hanno provocato più di cinquanta vittime, di cui trentadue civili.
La situazione sta suscitando l’ira del presidente Hamid Karzai che ha seccamente bacchettato gli Stati Uniti. Il leader afghano ha chiesto agli Usa di mettere fine alle azioni “unilaterali” in Afghanistan e ha aggiunto che la morte dei civili in questo contesto non solo è un “grave errore” ma può anche essere considerato un “omicidio”.

Redazione online