Calcio scommesse: anche Francesco Totti coinvolto nello scandalo?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 6:46

CALCIO SCOMMESSE – Lo scandalo calcioscommesse sta virando verso la serie A e i retroscena che potrebbero venire a galla sono alquanto inverosimili. Tra le partite sotto la lente degli inquirenti c’è innanzitutto Napoli-Parma del 10 aprile 2010, quando a bordo campo un boss della camorra, Antonio Lo Russo, attualmente latitante, ha fatto ipotizzare una combine che trova riscontro nel risultato e nelle giocate effettuate alla fine del primo tempo nel quartiere di Secondigliano: il Napoli era in vantaggio ma, stranamente, nel malfamato quartiere partenopeo sono in molti a scommettere sulla sconfitta dei propri beniamini. All’epoca dei fatti la Dda, dopo la confessione di un pentito, aprì un fascicolo presto archiviato per mancanza di prove, ma una foto di un giornalista Ansa ha riaperto il caso ed ora il neosindaco Luigi De Magistris si dice “meravigliato che la società conceda a certa gente di stare a bordo campo”.

Al momento ci sarebbero 37 partite sospette tra seria A, B e Lega Pro, ma più passano i giorni e più sembra coinvolto il massimo campionato, come emerge dalle intercettazioni tra Marco Pirani, Massimo Erodiani, Marco Paoloni e Antonio Bellavista. E tra i nomi importanti sta spuntando anche quello del capitano della Roma Francesco Totti, anche se ogni accusa va per il momento presa con le pinze.

Infatti un’altra partita sotto inchiesta è Fiorentina-Roma di quest’anno, gara terminata 2-2, Over per gli scommettitori. In molti hanno scommesso sul risultato che supera i tre gol. La conferma giunge da una telefonata tra Gianfranco Parlato e Massimo Erodiani

“Stiamo lavorando bene. Non devono essere ingordi però come Antonio (Bellavista ndr.), che dice: “Ma con una partita di serie A facciamo solo 20 mila euro?””. “Eh certo – risponde Erodiani – Antonio non può pensare che con una partita ci mettiamo 100 mila euro in tasca, perché sennò non faremo mai niente così, ma che volete? Con novanta minuti vi mettete in tasca 20 mila euro!”, come riportato dal quotidiano “laRepubblica”. Ma chi aveva dato il pronostico vincente ad Erodiani? Qui spunta il nome di Francesco Totti, indicato come il “capitano della giallorossa” che, guarda caso, in quel match segnò ben due gol…

Redazione