Massimiliano Bruno: intervista esclusiva all’attore Martellone di ‘Boris’ e poi regista di ‘Nessuno mi può giudicare’

Massimiliano Bruno

INTERVISTA ESCLUSIVA MASSIMILIANO BRUNO –
Finalmente ce l’hai fatta. Anche una regia, con ‘Nessuno mi può giudicare’, che ho trovato tagliente e importante. Come ti sei sentito?

Molto a mio agio e divertito dalla novità. Ero stato già spesso sui  set dei film che ho scritto ma da regista c’è tutto un altro sapore e una grande responsabilità.

Martellone è sicuramente uno dei personaggi più concreti della serie e del film di ‘Boris’, anche perchè rispecchia la situazione dell’Italia. Tanto clamore e stupore per le stupidaggini e poco amore verso la qualità. Cosa ne pensi del
momento che passa il nostro paese?

In verità c’è una forte ripresa a quanto pare. I nuovi sindaci e il  referendum hanno sottolineato come l’Italia sia pronta a virare da una  situazione marcia e nauseabonda determinata dalla malapolitica degli ultimi anni. Credo che ora si volti pagina, spero solo di poter essere fiero di sentirmi italiano in futuro. Per ora non lo sono.

Per te non solo cinema, ma anche tanto teatro e televisione. Cosa consigli a un giovane che vuole intraprendere questo mestiere?

Di essere informato, determinato e consapevole delle proprie qualità. Se non conosci te stesso e i tuoi limiti rischi di essere surclassato da chi invece è bravo e motivato. Ci sono tanti bravi attori, attrici, registi e sceneggiatori. Solo i migliori lavorano costantemente quindi significa che bisogna studiare continuamente e aggiornarsi e sudare
parecchio.

Cosa hai in serbo per il futuro, ci vuoi anticipare qualcosa?

Sto preparando uno spettacolo teatrale insieme a Frankie Hi NRG.
Saremo in scena lui e io, lui con i suoi rap più cattivi io con i miei monologhi più spietati. Debuttiamo all’Ambra Garbatella di Roma l’11 ottobre. Ci sarà da divertirsi credo…

Matteo Fantozzi