Dopo le parole di Borghezio su Breivik arrivano le scuse ufficiali della Lega alla Norvegia

Mario Borghezio

LEGA CHIEDE SCUSA PER PAROLE DI BORGHEZIO SU BREIVIK – Hanno scatenato una vera e propria bufera le dichiarazioni choc dell’europarlamentare leghista Mario Borghezio in merito alla strage compiuta da Anders Behring Breivik sull’isola di Utoya, in Norvegia. Ai microfoni di Radio24 Borghezio ha infatti inveito contro il mondo musulmano e ha definito le idee di Breivik come “assolutamente condivisibili”, sottolineando la necessità di una “risposta cristiana” contro la “deriva islamista”. Questi toni da crociata hanno causato la reazione di tutte le forze politiche, compresi i compagni di partito dello stesso Borghezio: i ministri Calderoli e Maroni hanno definito le sue parole come “farneticazioni”.

Frasi tanto irrispettose nei confronti delle decine di ragazzi che sono stati uccisi dal 32enne hanno portato il Carroccio a cospargersi il capo di cenere, presentando le proprie scuse alla Norvegia. “La Lega Nord chiede ufficialmente scusa alla Norvegia – dichiara Calderoli – già duramente duramente colpita dai folli attentati di venerdì scorso, e soprattutto ai familiari delle vittime, per le terribili e inqualificabili considerazioni espresse a titolo personale dall’on. Mario Borghezio, considerazioni che ho gia’ definito come farneticazioni e che ribadisco essere tali”.

Redazione online