Crisi economica, Calderoli chiede un incontro con le parti sociali: “La politica non deve andare in ferie”

Roberto Calderoli

CALDEROLI CHIEDE INCONTRO CON PARTI SOCIALI – Anche se i media americani hanno annunciato che repubblicani e democratici hanno raggiunto un accordo preliminare che dovrebbe evitare il temutissimo default degli Usa, la situazione economica internazionale resta critica. In questo quadro l’Italia non fa certo eccezione, pertanto il ministro per la Semplificazione Roberto Calderoli propone ai colleghi politici nonché ai rappresentanti delle parti sociali di rinunciare alle vacanze per il bene del Paese. “Davanti ad una crisi come quella che stiamo affrontando – dice – credo che la politica non abbia il diritto di andare in ferie e che non lo abbiano neppure le associazioni imprenditoriali, le forze sindacali e le parti sociali. Quindi propongo che in agosto tutti cancellino le ferie e ci si trovi tutti per un campus per lo sviluppo economico da cui far emergere un programma di lavoro per l’autunno”.

“Ne ho parlato con Tremonti – spiega – e mi ha detto che è d’accordo. Io sono pronto e sono aperto a qualsiasi proposta per la scelta della località da parte delle forze sociali che vogliono lavorare con noi. Dalle forze sociali e dalla Confindustria è arrivata una sollecitazione ad operare che non possiamo lasciare inascoltata: non si può attendere settembre, per quel mese occorre avere già le proposte pronte”.

Redazione online