Gran Bretagna: rilasciato su cauzione il portavoce degli hacker di Anonymous

Il manifesto degli hacker di Anonymous

GB: RILASCIATO PORTAVOCE HACKER ANONYMOUS – Ha solo 18 anni Jake Davis, il ragazzo che mercoledì è stato arrestato dalla polizia inglese nella sua abitazione delle isole Shetland con l’accusa di aver fatto da portavoce agli hacker di Anonymous e LulzSec. Gli inquirenti pensano inoltre che il ragazzo abbia preso parte agli attacchi realizzati dai pirati informatici ai danni della Sony e dei quotidiani di proprietà della News Corporation di Rupert Murdoch. La detenzione, comunque, non è durata molto, visto che Davis è stato rilasciato su cauzione.

Il giudice gli ha imposto l’utilizzo di un bracciale elettronico nonché l’adozione di regole ben precisa: Jake sarà tenuto a vivere insieme a sua madre, dovrà rispettare orari molto rigidi e soprattutto non potrà usare Internet. Tutto questo fino al 30 agosto prossimo, quando dovrà ripresentarsi in tribunale per una nuova udienza. Stando a quanto si apprende, nel corso della seduta preliminare il giovane non ha detto nulla di nuovo in merito ai reati di cui è accusato, limitandosi a confermare alla corte le proprie informazioni anagrafiche.

Redazione online