Seconda notte di scontri tra polizia e manifestanti in Cile: muore un 14enne

Manifestazione a Santiago del Cile

SCONTRI IN CILE: MUORE IN 14ENNE – Prosegue la mobilitazione di studenti e lavoratori in Cile e anche la notte scorsa si sono verificati violenti scontri tra le forze dell’ordine e i manifestanti: nel corso delle proteste verificatesi a Santiago ha perso la vita Manuel Gutierrez, che è stato raggiunto da un colpo di arma da fuoco esploso dalla polizia. Il ragazzo aveva soltanto 14 anni e, stando a quanto si apprende in queste ore, è stato ucciso da un proiettile che lo ha colpito al petto. I media locali riferiscono che Rodrigo Ubilla, sottosegretario all’Interno, ha promesso che la vicenda verrà chiarita al più presto. Le forze dell’ordine hanno inoltre effettuato quasi 1.400 arresto e più di 150 agenti sono rimasti feriti.

Gli studenti sono in fermento già da mesi e chiedono al governo di diminuire le tasse per l’accesso all’istruzione pubblica e che la qualità di quest’ultima venga migliorata. Alla mobilitazione si sono uniti i lavoratori, che contestano le politiche dell’esecutivo e che in questi due giorni hanno portato in piazza 600mila manifestanti.

Redazione online