Ricatto a Berlusconi, Laudati: “Sono tranquillo, non c’è nulla di vero”

RICATTO PREMIER LAUDATI– Il procuratore di Bari, Antonio Laudati si dice assolutamnete tranquillo sulla vicenda che in questi giorni sta facendo nuovamente traballare Silvio Berlusconi. Laudati inoltre è sicuro che I fatti riferiti al telefono dall’imprenditore barese Gianpaolo Tarantini a Valter Lavitola  sul suo conto non sono veri.

Il noto procuratore barese ha chiesto al Ministro della Giustizia, Angelino Alfano,  un’ ispezione sull’indagine sulle escort che Tarantini portò a al premier Silvio Berlusconi nella sua dimora romana. Alfano non dovrebbe opporsi a questa richiesta e nei prossimi giorni potrebbero esserci ulteriori sviluppi.

Redazione on line