Processo Mills: i giudici decidono di stringere i tempi, tagliati dieci testimoni. Interrogatorio di Berlusconi fissato per il 28 ottobre

SilvIo Berlusconi

TAGLIATI 10 TESTIMONI A PROCESSO MILLS – Come era stato annunciato, Silvio Berlusconi si è presentato questa mattina in Tribunale a Milano per prendere parte all’udienza del processo Mills. Il premier, sulla cui testa pesa l’accusa di corruzione in atti giudiziari nei confronti dell’avvocato inglese David Mills, è arrivato verso le 11, per poi lasciare l’aula un paio d’ore dopo, quando la seduta è stata sospesa. L’udienza è ripresa nel primo pomeriggio e la corte ha preso una decisione importante, che dovrebbe abbreviare i tempi per il pronunciamento della sentenza: i giudici hanno infatti deciso di non ascoltare una decina di testimoni. L’ultima deposizione sarà quella dello stesso Mills, fissata per il 24 ottobre: quattro giorni più tardi verrà ascoltato Berlusconi.

Il collegio ha dunque accolto l’appello del pm Fabio De Pasquale, che aveva chiesto di stringere i tempi per evitare che il processo si allunghi fino a cadere in prescrizione. La decisione ha suscitato l’ira degli avvocati di Berlusconi. Niccolò Ghedini, uno dei legali del premier, ha dichiarato che “la presenza della difesa è ormai inutile in questo processo”.

Redazione online