Le Borse europee non crollano: Piazza Affari chiude a +1,91%

Borsa di Milano

CHIUSA POSITIVA PER BORSE EUROPEE – Dopo il declassamento, operato da Standard&Poor’s, del rating del debito italiano, si temeva che la Borsa sarebbe colata a picco. Invece Piazza Affari tiene e chiude con l’indice Ftse Mib a quota +1,91%. Come spiegano gli addetti ai lavori, i mercati davano per certa la decisione dell’agenzia di rating, soprattutto considerando l’attuale situazione politica in Italia. A Milano la seduta parte sottotono ma po si recupera, soprattutto anche grazie ai titoli industriali: Fiat vola a +6,82%, mentre Exor chiude a +2,96%. Anche i bancari fanno la loro parte: Ubi guadagna il 2,8%, Banco Popolare l’1,91%, Mediobanca il 2,34%, Intesa l’1,73% e Unicredit lo 0,49%. Unica eccezione Bpm, che lascia sul terreno l’1,89%.

Vanno bene anche le altre Borse europee: Parigi guadagna l’1,5%, Londra l’1,98%, Amsterdam l’1,79 e Francoforte schizza addirittura a + 2,88%.

Redazione online