Islanda, premier: “Cittadini votino su nuova Costituzione”

Jóhanna Sigurðardóttir

ISLANDA: PREMIER CHIEDE VOTO DEI CITTADINI SU COSTITUZIONE – Agli islandesi dovrebbero essere data la possibilità esprimere un parere sulla proposta costituzionale che verrà essere discussa in Parlamento: a pensarla così è il premier dell’isola, la socialdemocratica Jóhanna Sigurðardóttir, convinta che la politica debba tenere conto dell’opinione dei cittadini prima di decidere.

La Sigurðardóttir non si è limitata solo a lanciare un’idea, ma ha anche proposto di accorpare questa sorta di ‘referendum’ alle elezioni presidenziali dell’anno prossimo. Un modo per avere la massima affluenza possibile alle urne.

Come ricorda il quotidiano Visir, i cittadini dell’isola saranno chiamati a scegliere il loro nuovo presidente il 30 giugno 2012: in quell’occasione, quindi, potrebbero ritrovarsi anche a dare un giudizio sulla carta costituzionale.

L’Islanda dovrebbe avere a breve una nuova legge fondamentale. Un apposito consiglio è stato creato per elaborarla. Ne hanno fatto parte alcuni cittadini (venticinque, per la precisione) scelti tra una rosa di qualche centinaia di candidati.

Il primo ministro socialdemocratico ha motivato la sua proposta spiegando che conoscere il parere degli islandesi sulla Costituzione sarebbe molto utile all’Altinghi (il parlamento dell’isola), l’organo che avrà il compito di dare il via libera al nuovo testo. “Il disegno di legge costituzionale” ha detto Jóhanna Sigurðardóttir, “sarà uno dei temi principali che il Parlamento dovrà affrontare nel corso di questo inverno”.

Antonio Scafati