Francia: domani le primarie del partito socialista per scegliere il candidato alle presidenziali

Francois Hollande, ex segretario del partito socialista francese

FRANCIA: PRIMARIE SOCIALISTI – Si terranno domani in Francia le primarie del partito socialista per scegliere il candidato alle elezioni presidenziali del 2012. Come già da tempo annunciano i sondaggi, François Hollandesarà il probabile sfidante del Presidente uscente Nicolas Sarkozy.

Ex segretario dei socialisti francesi ed ex compagno di Ségolène Royal, dalla quale ha avuto quattro figli, Hollande è il grande favorito di queste elezioni primarie, che per la prima volta in Francia si svolgeranno in due turni: il 9 e il 16 ottobre. La novità per i francesi è che saranno aperte a tutti, non solo ai socialisti, purché gli elettori si riconoscano nei valori della sinistra e siano disposti a pagare un euro come contributo spese.

Non si possono fare ancora previsioni sull’affluenza alle urne, anche se negli ultimi tempi è cresciuto l’interesse dei francesi per la scelta del candidato socialista. In base all’ultimo sondaggio Ifop, François Hollande viene dato vincitore ad entrambi i turni, con il 42% e il 59% dei consensi, contro il 27% e il 41% di Martine Aubry, l’altra candidata socialista che era stata data inizialmente per favorita.

L’ascesa di Hollande tra i socialisti è stata senza dubbio favorita dal declino di un altro esponente di spicco del partito socialista, Dominique Strauss-Kahn, l’ex direttore generale dell’Fmi travolto lo scorso maggio dallo scandalo a sfondo sessuale che lo ha visto accusato di stupro ai danni di una cameriera d’albergo a New York. Cadute le accuse di stupro e rilasciato dalla giustizia americana, Strauss-Kahn, che prima dello scandalo era dato per assoluto favorito nella corsa alle presidenziali francesi, è stato costretto ad abbandonare ogni ambizione politica a causa dell’immagine pubblica irrimediabilmente compromessa, anche per una certa ambiguità nella condotta sessuale (al di là dello stupro, avrebbe comunque intrattenuto una relazione sessuale con la cameriera newyorkese), cui si aggiungono le accuse di tentata violenza da parte della giornalista Tristane Banon.

François Hollande, per 11 anni alla guida del partito socialista, negli ultimi mesi si è molto impegnato per vincere la candidatura alle presidenziali del 2012, rinnovando la propria immagine e viaggiando per tutta la Francia.

Alle primarie socialiste correranno oltre ad Hollande e alla Aubry, la stessa Ségolène Royal, che alle presidenziali del 2007 sfidò, perdendo, Nicolas Sarkozy, e i candidati Arnaud Montebourg, dell’ala sinistra del Ps, Manuel Valls, della destra del partito, e Jean-Michel Baylet, presidente dei Radicali di sinistra, alleati dei socialisti.

La vera sfida comunque sarà tra François Hollande e Martine Aubry, nel 2008 succeduta al primo come segretario del partito socialista. I sondaggi li danno entrambi vincenti alle elezioni presidenziali, posizionandosi davanti a Sarkozy sia al primo che secondo turno. I socialisti, infatti, riscuotono da tempo ampi consensi, scavalcando l’Ump di Sarkozy, e hanno vinto tutte le elezioni secondarie degli ultimi anni, comprese quelle per il rinnovo dei seggi al Senato un paio di settimane fa, in cui per la prima volta in cinquant’anni la sinistra ha conquistato la maggioranza assoluta.

Domani, le primarie del partito socialista si terranno in circa diecimila seggi, tra scuole, comuni, palestre, e si potrà votare dalle 9 alle 19. I primi exit poll usciranno tra le 23 e la mezzanotte. Il 22 ottobre ci sarà la cerimonia ufficiale di investitura del vincitore, chiamato a sfidare Sarkozy.

Le elezioni presidenziali si terranno in Francia ad aprile e maggio del 2012.

Valeria Bellagamba