Salmone: il pesce dalle virtù eccezionali

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:19
Tranci di salmone

SALMONE – Il salmone è sicuramente uno dei pesci più gradito dai consumatori, le sue carni, molto gustose, si prestano come base a molte ricette. Vive prevalentemente nell’Atlantico e nel Pacifico, dove trascorre gran parte della sua esistenza, poi al momento della deposizione delle uova,  percorrendo migliaia di chilometri, torna nelle acque dolci dove è nato e dove avrà fine la sua esistenza.

In commercio si possono trovare anche salmoni da allevamento, provenienti in prevalenza dalla Scozia e dalla Norvegia, ma la loro qualità è inferiore al salmone selvaggio, poiché la loro dieta è composta oltre al pesce anche da mangimi dove viene inserita una sostanza per accentuare la loro colorazione (possono essere utilizzati anche ormoni ed antibiotici). Quindi, secondo ricerche congiunte fatte da Canada e Stati Uniti, il salmone d’allevamento presenta una notevole quantità di tossine, e  occorre limitarne il consumo, privilegiando quello selvaggio.

La Norvegia comunque adatta un sistema di allevamento a filiera controllata, dove le verifiche sono molto rigide e, quindi, il prodotto finale risulta essere abbastanza sicuro. La pesca incondizionata ed i mutamenti climatici hanno ridotto negli anni il numero dei salmoni; l’allevamento serve di fatto a soddisfare le richieste dei consumatori, la specie atlantica allo stato brado è oramai quasi introvabile.

Il salmone selvaggio in commercio viene sostanzialmente dal Pacifico; l’Alaska in particolare offre un salmone molto pregiato che vive in ambienti puri ed è protetto da una legislatura che ne limita la pesca e ne favorisce la riproduzione.

Il salmone fornisce grassi Omega 3, che proteggono il cuore, conservano l’elasticità della pelle, contrastano la comparsa delle rughe e servono a regolare il colesterolo, riducendo il livello dell’LDL (quello cattivo) ed aumentando l’HDL (quello buono). Questo pregiato pesce inoltre ha un buon contenuto proteico e di minerali quali calcio, ferro e potassio. Il salmone selvaggio ha quantità di Omega 3 superiori a quello allevato e può essere tranquillamente inserito nelle diete poiché può favorire la perdita di peso. Sul mercato esiste anche  affumicato, ma per la sua conservazione i produttori usano una quantità elevata di sale, che di norma occorre invece limitare.

Marco Galluzzi