Protesta delle forze di polizia contro i tagli: gli agenti contestano il governo in tutta Italia

Volante di polizia

POLIZIA PROTESTA CONTRO IL GOVERNO – Come era stato annunciato ieri, non sono solo operai, studenti, lavoratori precari e Indignati in genere ad organizzare manifestazioni. Anche le forze di polizia hanno organizzato la loro protesta, perché le politiche del governo e soprattutto i tagli penalizzano anche gli uomini in divisa. “Il governo non ha tenuto fede agli impegni presi – spiegano all’Ansa i delegati sindacali – riducendo i comparti sicurezza e soccorso pubblico sul lastrico. Tre giorni fa l’esecutivo ha tagliato altri 60 milioni di euro alle voci di bilancio destinate all’ordine pubblico e alle missioni”. “Il nuovo taglio va evitato – dicono ancora – Da novembre non avremo più benzina per le volanti e grandi città come Roma, Milano e Bari rischiano di dover ridurre il numero delle autovetture”.

Il fulcro della protesta è Roma, dove gli agenti si sono riuniti davanti al Parlamento per un sit in: per loro niente corteo, perché il sindaco Gianni Alemanno, dopo gli scontri verificatisi sabato durante la protesta degli Indignati, ha firmato un’ordinanza per vietare per un mese le manifestazioni in movimento nell’area centrale della Capitale.
Altre iniziative di protesta sono state inoltre organizzate in varie città in tutta Italia.

T.D.C.