Applausi e contestazioni per la visita di Napolitano all’Università di Pisa

Giorgio Napolitano

NAPOLITANO ACCOLTO A PISA DA APPLAUSI E CONTESTAZIONI – Il bagno di folla e gli applausi calorosi che salutano l’arrivo a Pisa di Giorgio Napolitano non sono una novità, per un presidente della Repubblica particolarmente amato e che per una fetta non indifferente dell’opinione pubblica, delusa dai leader dei partiti di governo e di opposizione, rappresenta l’unica figura ancora credibile nel panorama politico nazionale. Insolite, invece, le contestazioni messe in atto da alcune decine di antagonisti. Il gruppetto ha atteso l’arrivo del capo dello Stato all’Università e lo hanno accolto al grido di “Vergogna!”. I giovani contestatori hanno inoltre distribuito alcuni volantini, con un messaggio indirizzato proprio a Napolitano. “Non sei il nostro presidente – si legge sui flyer – guerra e sacrifici falli tu. Il vostro debito non lo pagheremo e le vostre guerre non le faremo”.

Il presidente della Repubblica ha raggiunto l’ateneo in tarda mattinata per inaugurare il nuovo anno accademico e nel pomeriggio ha partecipato all’inaugurazione della Domus Mazziniana appena restaurata. Il capo dello Stato ha inoltre avuto un breve scambio di battute con una delegazione degli operati dei cantieri navali pisani: Gianfranco Francese, leader della sezione provinciale della Cgil di Pisa, riferisce al Corriere della Sera che Napolitano ha incitato gli operai a resistere e a farsi sentire “da chi non li vuole ascoltare”.

Redazione online