Marco Simoncelli: F1 e MotoGp omaggiano Super Sic

MARCO SIMONCELLI – Prima e dopo il Gran Premio dell’India, tenutosi ieri nel nuovissimo autodromo del Buddh International Circuit, piloti e addetti ai lavori hanno voluto ricordare Marco Simoncelli e Dan Wheldon, driver morti nell’arco di una settimana, l’uno a Las Vegas, l’altro a Sepang, il primo in MotoGp il secondo in una gara della IndyCar. Ieri sul tracciato alla periferia di New Delhi, team e piloti si sono fermati per un minuto di raccoglimento prima della partenza: “Era doveroso farlo – ha detto Stefano Domenicali – un sentimento condiviso da tutte le squadre e dai piloti che si sono voluti sentire vicini alle famiglie che hanno vissuto questa tragedia”. Al termine della gara i piloti ascesi sul podio, Sebastian Vettel, Jenson Button e Fernando Alonso, hanno dedicato i loro successi ai due piloti: “Sono contento per la vittoria – ha detto il driver Red Bull – ma il mio pensiero non può non andare ai due compagni morti in drammatici incidenti”.

 

Intanto domenica prossima il Motomondiale farà tappa a Valencia per l’ultima gara stagionale e anche lì sono previsti momenti-ricordo in omaggio a Marco Simoncelli. Ma il padre del Sic ha chiesto di ricordarlo in maniera originale e in modo da evidenziare il carattere di suo figlio, sempre allegro e grintoso: “Domenica prossima, durante il GP di Valencia, vorrei che invece di osservare un minuto di silenzio in onore di Marco, venisse fatto un minuto di casino con tutte le moto della MotoGP, della Moto2 e della 125 accese che rombano insieme“.

A breve il circuito di Misano sarà dedicato a Marco, un’idea che quasi commuove papà Paolo: “Sarebbe un regalo immenso; a lui quel circuito piaceva meno di altri, ma sarebbe un omaggio meraviglioso e se lo facessero io sarei disposto a fare un museo di Marco con le sue tute e le sue cose perchè i tifosi possano rendergli omaggio. Marco l’ho portato con me a casa – conclude Paolo Simoncelli- lui è a casa con noi e ogni tanto me lo stringo forte”.

 

Luigi Ciamburro