Nuova Zelanda: la nave incagliata rimane stabile, ma si teme il maltempo

La nave portacontainer Rena incagliata al largo della Nuova Zelanda

NUOVA ZELANDA: NAVE INCAGLIATA – Rimangono stabili le condizioni della Rena, la nave mercantile che il 5 ottobre scorso si è incagliata sulla barriera corallina di Astrolabe, al largo della Nuova Zelanda. Nonostante la minaccia di spezzarsi in due, a causa delle profonde crepe nello scafo, la nave rimane “in buone condizioni”, come ha detto il capo delle unità marittime di salvataggio neozelandesi, Bruce Anderson. Dalla portacontainer sono state finora riversate in mare 350 tonnellate di carburante, provocando una marea nera che ha ucciso oltre 1400 uccelli marini, alcuni di specie rare, e danneggiato le coste incontaminate della Bay of Plenty, nel Nord della Nuova Zelanda. Il ministro dell’Ambiente, Nick Smith ha dichiarato oggi che potrebbe essere necessario un anno per ripulire la Baia dal petrolio. Il governo neozelandese starebbe valutando la possibilità di citare in giudizio anche la Costamare Inc, la compagnia greca proprietaria della nave mercantile, battente però bandiera liberiana. “Il governo deve usare la legge contro i responsabili del disastro – ha affermato il Ministro Smith -, non solo per la morte di 1400 uccelli, ma anche per la contaminazione di decine di chilometri di costa”.

La nave rischia ancora di spezzarsi a causa di cedimenti nella struttura e il cattivo tempo in arrivo rappresenta una pericolosa incognita.

Nei giorni scorsi le operazioni di soccorso non si sono mai fermate, con il personale che ha lavorato notte e giorno per svuotare i serbatoi della portacontainer. Su 1.673 tonnellate di carburante nei serbatoi al momento dell’incidente, ne sono rimaste poco più di 300, scongiurando così il pericolo di una catastrofe di proporzioni immani, in caso di rottura dello scafo e inabissamento della nave. Le operazioni di pompaggio si sono svolte tra grandi difficoltà, a causa soprattutto del vento che ha fortemente ritardato i soccorsi.

Nuova tempeste sono previste per le prossime ore.

La nave mercantile Rena si trova arenata a 22 chilometri al largo di Tuaranga, città che si affaccia sulla costa dell’isola Nord della Nuova Zelanda. Il comandante filippino e un altro ufficiale della Rena sono stati incriminati.

 

Redazione