Siria: non si fermano le repressioni, ancora civili uccisi a Homs

SIRIA: CIVILI UCCISI – Continuano le repressioni in Siria contro gli oppositori del regime del presidente Bashar al Assad. Oggi a Homs, città ribelle a nord di Damasco, l’esercito siriano ha colpito con armi automatiche e spari di artiglieria sette diversi quartieri della città: Karm al Zaytun,  Tell Shur, Baba Amr, Khalidiye, Dayr Baalba, Bayada e Bab Dreib.

Diciotto civili sono stati uccisi, secondo quanto riferiscono gli attivisti dei Comitati di coordinamento locale.

Il sito Internet del Centro di documentazione delle violazioni in Siria ha pubblicato la lista dei civili uccisi oggi.

L’Osservatorio siriano per i diritti umani, che ha sede a Londra, ha poi denunciato l’arresto di 80 persone nella città di Deir az-Zour, nell’est della Siria.

Redazione