Crisi Governo, Letta: anche se il governo cambia, gli impegni restano

Gianni Letta, sottosegretario alla presidenza del Consiglio

CRISI GOVERNO: GIANNI LETTA – Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Gianni Letta è intervenuto oggi in merito alla crisi di governo, assicurando chi gli impegni già presi non cambieranno anche se si dovesse verificare un cambio alla guida del Paese: “Nel passaggio da un governo all’altro”, ha spiegato Letta, precisando subito, “non è che lo stia auspicando, gli impegni assunti non è che si rinnovano o cambiano, continuano. Si chiama principio della continuità amministrativa”. Il riferimento è ai fondi strutturali per il Sud e gli impegni sottoscritti tra Regioni, Governo e Unione Europea. Proprio oggi, infatti, è stato sottoscritto, tra il ministro per i Rapporti con le Regioni Raffaele Fitto e il commissario europeo Johannes Hahn, il Piano di Azione per il migliore utilizzo dei fondi europei al Sud Italia, anticipando di sette giorni gli impegni assunti dal Governo italiano italiano con la lettera d’intenti al presidente della Commissione europea Barroso e al presidente del Consiglio europeo Van Rompuy, come ha voluto sottolineare Letta.

Il sottosegretario ha anche precisato che nel maxiemendamento alla legge di stabilità verrà introdotto il rinvio delle tasse per gli abruzzesi colpiti dal terremoto del 2009. “Il governo è impegnato a trovare una soluzione entro novembre”, ha assicurato Letta al governatore dell’Abruzzo Gianni Chiodi.

 

Redazione