Crisi, male l’asta dei Bund tedeschi: Germania con il fiato sospeso

La cancelliera tedesca Angela Merkel

GERMANIA: MALE ASTA BUND – Anche se la Germania rientra tra i Paesi più stabili dell’Eurozona nell’attuale contesto di crisi, neanche Berlino è immune dai timori che in questo periodo pervadono tutto il continente. A far tremare i tedeschi arriva oggi il deludente risultato dell’asta dei Bund convocata dal governo di Angela Merkel: l’esecutivo ha messo in vendita i titoli di Stato ma quelli venduti sono stati meno di 3,7 miliardi rispetto ai 6 offerti, per un rendimento inferiore al 2%. L’andamento negativo dell’asta ha indotto pertanto la Bundesbank ad acquistare titoli tedeschi per un valore superiore ai 2,3 miliardi.

Nel frattempo sul piano comunitario si fanno sempre più numerosi i sostenitori di un’eventuale emissione di eurobond per affrontare la congiuntura economica negativa, ma la Merkel non si smuove dal suo rifiuto. Nel corso del suo intervento al Bundestag, la cancelliera ha spiegato che un’operazione del genere “non funzionerebbe” e ha poi ribadito la propria contrarieta ad un altro intervento da parte della Banca centrale europea.

Redazione online